A telenovela di a manca nantu à a Liga

A telenovela di a manca nantu à a Liga

A Lega hè sempre stata una spezia d'ossessione per a manca, chì hà nutritu u sognu di sparghjela è duminà. A nota di Paola Sacchi

Da a Lega "costiglia di manca", a famosa frasa di Massimo D'Alema, chì hè stata trasfurmata, riassuntu, in u tentativu di sparte à Roberto Maroni, chì i so funerali seranu celebrati dumane in a so Varese natale, da Umbertu Bossi, à ciò chì pare avà. cum'è una spezia d'obsessione contr'à Matteo Salvini è si traduce in un tentativu di sparghjelu da Giancarlo Giorgetti. O da Luca Zaia.

Chì Salvini, signalatu cù attacchi cunfini di u razzisimu antropologicu, sempre rispunsevuli di tuttu, ancu accusatu d'avè pruvucatu u scontru cù a Francia cù un tweet. È chì avà, dopu esse qualificatu di assai putente in quantu averia dictatu l'agenda à u Primu Ministru Giorgia Meloni nantu à u strettu di l'ONG in l'immigrazione, in pochi ghjorni ripiglià, in certi narrazioni, in u rolu di "supportu". attore" di Meloni .

Saria sempre u veru destinatariu di a dichjarazione di Giorgetti, durante a cunferenza di stampa nant'à a Manuvra, nant'à u fattu chì u guvernu di centru diritta ùn hè micca quellu chì hè irresponsibile in quantu à a spesa, quellu esecutivu, inaffidabile, chjapputu cum'è "suvranu". . Hè evidenti chì u Ministru di l'Ecunumia era arrabbiatu cù a campagna di u Partitu Democràticu è l'altri opposizioni di manca, tutti ghjucati fora di l'alarma demucratica in casu chì "a diritta" vincessi.

È invece, nò, l'avaria avutu cù u Ministru di l'Infrastruttura, u primu ministru diputatu è u so secretariu, di quale hè diputatu in u partitu. In cortu, « a telenovela di a valle di u Po » hè ripresa in i media, à quale Bella risicheghja di dà un pollice. Perchè da u guvernu giallu-verde di u Conte-1 in avanti s'è e cose s'eranu andate secondu un certu discorsu puliticu è mediaticu di manca, Giorgetti si saria spartutu almenu 100 volte dighjà da Salvini. Cum'è in u passatu Maroni avia fattu altrettantu per Bossi.

A Lega d'ieri è d'oghje hè in realtà sempre stata una spezia d'obsessione di a manca chì hà cultivatu u sognu di sparghjela è egemonica, cù una divisione di tavula trà i cattivi "barbari" è i "barbari" moderati. À l'iniziu di pruvà à prufittà di l'amore di u ghjovanu di manca di "Bobo", chì però, cum'è l'ex-ministru, un altru membru senior di a Lega di u Nordu, Roberto Castelli hà dettu ieri, in una entrevista cù u Giornale , era certamente "moderatu". ", un omu di dialogu, ma "Sò sempre statu un veru sustenidoru di a Lega Nordu". Tant'è chì a manca hè stata spessu spustata da u "moderatu" sustegnu di a Lega Nord.

Maroni, tandu ministru di l'Interior, ùn avia micca intenzione di lascià u primu guvernu Berlusconi in u 1994, resistendu à Bossi stessu, finu à u famosu episodiu di un coppiu di vasi di geranium chì certi militanti anu pruvatu à lanciallu in scena in una cunferenza in quelli ghjorni in Genuva. . "Bobo" hè a Lega di u Nordu chì, nantu à u mandatu di Bossi, dopu à mesi di "Aventinu", porta a delegazione "Po Valley" in Roma in un focu di cravatte verdi è pocket squares è salta un accordu impurtante in u Bicameral di D'Alema. , po in particulare assi cù Gianfranco Fini. U tandu capu d’An l’hà vistu è capì subitu : « Eccu, sò ghjunti i sapuri ». Maroni, surridendu è sornendu, disse : « Semu ghjunti à spassighjà in Roma ».

Oghje di ex cù passioni di ghjuventù di manca nantu à quale a speranza in vain in a Lega ùn ci hè veramente nimu, s'ellu ùn hè paradossalmente l'ex-fidanzatu "Padanu cumunista" Salvini, precisamente u capimachja raffiguratu quasi cù un cuteddu trà i so denti accantu à u diputatu. di Sinistra Italiana è Verdi Soumahoro in copertine intitulate " Men and No ". È u prudente Giorgetti hè sempre statu un sustenidoru di a Lega Nordu in core, cum'è Salvini stessu, da a ghjovana età. U slogan di a Lega di u Nordu di parechji anni fà dicia : "Nè neru, nè rossu, ma tutti liberi cù Bossi", per mette in risaltu l'ADN arradicatu di un partitu pragmaticu è postideologicu, chì per via di a so linea liberale in favore di a crescita è u sviluppu è contru à u pesu fiscale puderia ancu esse definitu cum'è centru in a coalition centru-destra. Tantu cusì chì l'insultatu Papeete hè veramente accadutu nantu à u no à u Tav di i Cinque Stelle.

Avà, però, ferma l'ossessione di u "capitanu", un ghjornu assai putente, un altru un simplice spartitu per Meloni. Intantu, perchè hà tornatu à esse diputatu primu ministru, ferma capu di a Liga chì hà cunfirmatu a so fiducia malgradu avè pagatu un prezzu di cunsensu per avè participatu à u guvernu Draghi micca di unità, ma di emergenza naziunale. Mentre chì u Partitu Democraticu hè strittu trà Giuseppe Conte è u "terzu polu". Carlu Calenda, invece, annuncia cuntra -pruposte nant'à a manuvra è s'affronterà à Meloni, cuntentu perchè a lege di bilanciu "aiuterà e famiglie è l'imprese". I Dems, invece, si sò impegnati in a "guerra" di e piazze cù i Cinque Stelle, sta volta l'anticipanu cù una manifestazione u 17 di dicembre è trè di i so rapprisintanti in Strasburgu (Pietru Bartolo, Andrea Cozzolino è Massimiliano Smeriglio). votu contru à a risuluzione di Ppe, Renew , Liberali è Cunsirvaturi nant'à "Russia cum'è un sponsor di u terrurismu", mentri l 'MEPs di a Liga vutatu favurevuli, distinguish da u restu di u gruppu Identità è Democrazia, induve Francesca Donato votu contru, ma ùn hè micca da a Lega dapoi qualchì tempu.

Allora, quale saria u « pro-Putinian » ? Capitanu "? Ma a carta "Telenovela in u Po" hà, intantu, ripigliatu, cù un tentativu di fà qualchì "cunferenza" in casa d'altru. L'operazione cù a Liga hà sempre fiascatu.


Questa hè una traduzzione automatica da a lingua italiana di un post publicatu in StartMag à l’URL https://www.startmag.it/mondo/lega-giorgetti-salvini/ u Thu, 24 Nov 2022 06:42:34 +0000.