“Un fattu troppu bonu per verificà” – WaPo ammette chì hà dichjaratu un discendente chì hà denunziatu u Gen. Lee ùn era micca un discendente

"Un fattu troppu bonu per verificà" – WaPo ammette chì hà dichjaratu un discendente chì hà denunziatu u Gen. Lee ùn era micca un discendente

Autore di Jonathan Turley,

Ci hè una colonna straordinaria in u Washington Post da Glenn Kessler nantu à e figure chjave in a cobertura passata nantu à a rimozione di statue confederate. The Post hà publicatu un articulu largamente citatu nantu à cumu u discendente di Robert E. Lee vulia chì e statue di u generale sianu rimosse.

U prublema hè chì nimu à u Post sembra aver verificatu in realtà se Rev. Robert W. Lee era un discendente propiu. Avà pare chì ùn hè micca , secondu Kessler. Mentre chì Kessler stranamente ùn crede micca chì questu vole a so firma "Pinocchios", duverebbe esse creditu per avè fattu qualcosa chì nimu in i media ùn pareva inclinatu à fà: cunfirmà a storia, ancu tardivamente.

Era, cum'è dice u vechju dettu giurnalisticu, "un fattu troppu bellu per verificallu".

Kessler ripiglia da una cuntruversia annantu à ciò chì parechji anu cunsideratu cum'è un "successu travagliu" ch'ellu hà scrittu annantu à u senatore Tim Scott (R., SC) in u quale hà suggeritu chì Scott avia mentitu annantu à sta storia di famiglia. Malgradu un titulu accusatore, Kessler ùn hà truvatu nunda chì rifutassi u contu di Scott "da u cotone à u Cungressu". Questa rivendicazione di famiglia da Rev. Lee pò esse stata interamente fabbricata è certamente hè stata fatta senza una basa fattuale chjara.

Rev. Lee hè statu elettu da u Post è da altri media dopu avè dinunziatu u Gen. Lee à i MTV Video Music Awards.

«Mi chjamu Robert Lee u Quartu. Sò discendente di Robert E. Lee, u generale di a Guerra Civile chì a so statua era à u centru di a viulenza in Charlottesville. Avemu fattu di u mo antenatu un idolu di supremazia bianca, razzisimu è odiu. Cum'è pastore, hè u mo duvere morale di parlà contr'à u razzismu, u peccatu originale di l'America. Oghje, chjamu à tutti cù privilegiu è putere di risponde à a chjama di Diu per affruntà u razzismu è a supremazia bianca di fronte ".

I media ùn anu pussutu ottene abbastanza di l'imaghjina è u Reverendu Lee hà alimentatu a frenesia. In un articulu d'opinione in u Washington Post, u 7 di ghjugnu di u 2020, Rev. Lee hè statu identificatu cum'è "Reverendu Attore Robert Wright Lee IV (" Lee ") hè un residente biancu di u County di Iredell. Lee hè u quartu nipote di u Generale Cunfederatu Robert E. Lee ".

Ancu l'avucati anu pigliatu a rivendicazione à u valore nominale di ciò chì puderia esse cunsideratu cum'è una violazione ancu più grave. In una demanda chì circava a rimozione di una statua cunfederata, presentata in u cuntatu di Iredell, a corte hè stata dichjarata "Reverendu attore Robert Wright Lee IV (" Lee ") hè un residente biancu di u cuntatu di Iredell. Lee hè u quartu nipote di u Generale Cunfederatu Robert E. Lee ". L'avucati ùn sò micca permessi di fà tali riprisentazioni à a Corte senza una basa di bona fede, in particulare in u fondu di un partitu chjave. Lee hè cunsideratu cum'è u sicondu attore chjamatu in a causa.

U Post ùn hà trovu alcuna prova chì Rev. Lee sia in alcun modu legatu à u Gen. Lee. Pò esse solu un tippu chjamatu Lee.

Nota di l'editore: In una colonna Fact Facter di u 14 di maghju, Glenn Kessler hà riferitu chì una ricerca di registri genealogichi ùn avia trovu alcuna prova chì u Reverendu Robert W. Lee IV, autore di sta colonna, discenda da a famiglia di u Genu Confederatu Robert E . Lee. In risposta à un'indagine successiva da Post Opinions, Lee hà sustinutu a so pretensione di esse discendente ma ùn hè statu capace di furnisce alcuna prova di sustegnu. Ellu disse chì i documenti chì sustenenu a so pretendenza sò in pussessu di un altru membru di a famiglia è ch'ellu ùn hà più accessu à elli.

Robert W. Lee IV hè u pastore di a Chjesa Unifour è autore di u libru "Un peccatu per qualsiasi altru nome: Reckoning With Racism and the Heritage of the South".

Kessler hà nutatu chì "u Reverendu Robert W. Lee IV hà, dapoi u 2016 " parlatu a so ascendenza per nome di ciò chì parechji ponu cunsiderà cum'è una causa nobile "- per ùn parlà di parlayed à a notorietà internaziunale.

Ciò chì hè interessante hè chì Rev. Lee ùn contesta micca chì ellu hà falsamente rivendicatu a distinzione. Ellu hà publicatu una dichjarazione dumenica chì ùn hà micca cuntestatu in particulare e scuperte o, più impurtante, hà furnitu alcuna prova di e so rivendicazioni anteriori Invece, cita e so proprie credenziali cum'è attivista antirazzismu:

"A mo missione è u mo ministeru sò stati cunfrontu a supremazia bianca cum'è un peccatu. Indipendentemente da se mi credi o l'articulu, u fattu resta chì sia a sterpa hà participatu è prufittu di u razzismu è di a schiavitù. Què finisce cun mè ".

Ciò chì era più curiosu hè u Rev. Lee chì prima era ingannatu à a nuzione chì qualchissia in i media era focalizatu nantu à se a so pretensione di esse discendente era in realtà vera: "Perchè u Post hè cusì focalizatu nantu à u mo patrimoniu è a mo stirpe, senza circà nantu à i prublemi di a statua in manu hè fora di mè ".

Era certamente al di là di a maiò parte di i media chì eranu interessati solu à aduprà l'imaghjini di un discendente di Lee per sustene a rimozione di a statua indipendentemente da a verità di a materia. Rev. Lee hà adupratu a so dichjarazione per elevà a so voce sopra l'altri è aghjunghje u sustegnu di un membru di a famiglia Lee per a causa di a rimozione di queste statue. Dopu hà manifestatu a so sorpresa chì qualchissia sia interessatu à cunfirmà s'ellu hà ingannatu milioni annantu à sta rivendicazione.

L'appellu di aduprà un discendente per fà tali richieste hè evidente. I media anu fattu listessa cosa cun un discendente di Thomas Jefferson . U suggerimentu hè chì, se a famiglia ùn sustene micca sti figuri, solu i razzisti si battenu per priservà e statue. U sforzu hè di taglià cortu un dibattitu necessariu nantu à cume descrive chì statue devenu esse rimosse è ciò chì deve esse conservatu.

Scrivu è parlu dapoi anni è anni nantu à u muvimentu per caccià e statue chì vanu da i dirigenti cunfederati à Columbus à i ghjudici di a Corte Suprema à i Fundatori ( quì è quì è quì è quì ). Aghju scrittu specificamente nantu à a chjama à a rimozione di i monumenti à George Washington è altri mentre a lista si allarga di figure da pulì da e manifestazioni storiche publiche.

Cum'è l'aghju scrittu prima , ci sò statue chì devenu esse rimosse ma hè impurtante chì tali decisioni sianu prese cullettivamente è cun circunspezione:

Dui decennii fà, aghju scrittu una colonna chjamendu a legislatura di Georgia per abbandunà a so statua di Tom Watson, un editore supremacista biancu è puliticu chì hà alimentatu i muvimenti razzisti è antisemiti. Watson era cunnisciutu soprattuttu per i so scritti odiosi, cumprese a so opposizione per salvà Leo Frank, un direttore di fabbrica ebraica accusatu di stuprà è assassinà una zitella. Frank hè statu pigliatu da una prigione è linciatu da una folla arrabbiata da tali scritti, cumpresa a dichjarazione di Watson chì "Frank appartene à l'aristocrazia ebraica, è hè statu determinatu da i Ghjudei ricchi chì nisun aristocratu di a so razza ùn duveria more per a morte di una classe operaia Gentile ".

Eppuru oghje ùn ci hè spaziu nè tempu per un discorsu cusì ragiunatu, solu distruzzione chì spessu trascende ogni razionalizazione di a storia.

A sfilata di parenti luntani rivendicati chì chjamanu à u trasferimentu hè un modu putente per sminuisce l'argumenti chì sterminemu a nostra propria storia piuttostu chè di presentà queste figure in u so cuntestu propiu.

Rev. Lee sapia chì i so punti di vista nantu à a rimozione di statue ùn eranu micca tantu impurtanti cum'è a so identità di sè cum'è un discendente di u Gen. Lee.

Eppuru, u fattu chì ellu ùn possa avè alcuna cunnessione familiale cù u generale hè statu cacciatu da Lee è altri. Era utile cum'è una narrazione à u mumentu è hà servitu u so scopu.

U fattu chì si pò esse "falsi nutizie" vale appena à pena una menzione nant'à a maiò parte di i siti di nutizie chì currianu cù a storia. Hè un esempiu di l'effettu corrosivu di u ghjurnalisimu di difesa. Ci hè un prezzu troppu altu – in questu casu per Rev. Lee è i media. Cum'è u Gen. Lee hà nutatu "Ùn fate mai una cosa sbagliata per fà un amicu o tene unu; l'omu chì vi richiede di fà lu hè caru acquistatu in un sacrifiziu ".

Tyler Durden Marti, 18/05/2021 – 17:25


Questa hè una traduzzione automatica da l’inglese di un post publicatu nantu à ZeroHedge à l’URL http://feedproxy.google.com/~r/zerohedge/feed/~3/q4F-qn9WnQA/fact-too-good-check-wapo-admits-claimed-descendant-who-denounced-gen-lee-was-not u Tue, 18 May 2021 14:25:00 PDT.