A inuguaglianza di redditu hè veramente aumentata ?

A inuguaglianza di redditu hè veramente aumentata ?

L'articulu di Brandolini (Banca d'Italia) nantu à a distribuzione di u redditu in Italia durante a pandemia nega parechji clichés. Analisi di Giuliano Cazzola

Neodemos , u situ prumuvutu da u grande demugrafu Massimo Livi Bacci, hà publicatu pocu tempu un articulu di Andrea Brandolini (vicecapu di u Dipartimentu di l'Ecunumia di a Banca d'Italia) in u quale l'autore, in modu persunale, affronta a quistione di cumu si A distribuzione di u redditu hè cambiata in Italia durante l'annu di u COVID-19.

L'articulu hè interessante perchè nega, almenu in parte, unu di i tanti clich ?? U collassu di u PIB in u 2020 – sottolinea Brandolini – hè statu di granni u più forte, in un annu, in a storia di l'Italia ripubblicana : in termini reali, 9%, paragunatu à 5,3% in u 2009 (crisa finanziaria globale) è 3% in u 2012 (crisa di u debitu sovranu). Cum'è in altre ecunumie avanzate, in Italia, però, a caduta di u PIB hè stata trasferita solu parzialmente à i redditi familiari.

Cumu era pussibule chì a duttrina dominante di u "percive" hè cusì chjaramente denegata? Sia i sussidi monetarii publichi (quelli esistenti è quelli introdotti durante l'emergenza) è a quantità più bassa dovuta per l'impositu è ​​i contributi suciali – sustene Brandolini – anu sustinutu assai u redditu dispunibile di e famiglie, cuntrastendu a significativa calata di u redditu da u travagliu è di quelli da a pruprietà. . In u 2020, u redditu reale di e famiglie hè diminuitu in termini per capita di 1,8% paragunatu à u 2019, ma saria cascatu di 6,8% senza l'intervenzione redistributiva aumentata di u bilanciu publicu. Dunque e pulitiche di suvvenzioni, rinfreschi, aiuti è sustegnu anu rializatu – almenu in parte – l'ugettivi di e pulitiche publiche. L'intervenzione massiva di u guvernu hà ancu mitigatu assai di l'allargamentu di a inuguaglianza di redditu trà e famiglie. À i prezzi custanti, u redditu mediu equivalenti diminuite da 1%; aumentò per i 10% più poveri di a pupulazione, per via di i trasferimenti publichi, è per i 20% più ricchi, mentre chì diminuì per i decimi intermedi di a pupulazione.

A parte di l'individui in riscu di miseria hè stata praticamente invariata à i livelli di 2019 à 20%; Ancu in questu casu, u rolu di i beneficii suciali monetarii non pensioni era decisivu, senza chì a parte di l'individui poveri avaria cresciutu di più di 3 punti percentuali. A stabilità di a parte di e persone in riscu di miseria (relativa) rapprisenta – l’autore rimarca – una media di tendenzi assai sfarente trà i diversi gruppi sociodemografichi. Un aumentu notevuli in e regioni di u Nordu hè stata compensata da una diminuzione in e regioni miridiunali, in linea cù a diffusione geugrafica di a pandemia in 2020. L'incidenza di a miseria hà aumentatu solu in i picculi cità è suburbii, mentre chì diminuì in cità è in i zoni rurali, un lacuna assai chjara chì meriterà un studiu ulteriore. L'incidenza hè ancu diminuita di 0,8 punti percentuali trà e famiglie senza figlioli dipendente, mentre ch'ella hè aumentata di 0,7 punti trà quelli cù i zitelli dipendente (frà i quali saria cresciutu di 5 punti in l'absenza di trasferimenti suciali senza pensione). Il n'est donc pas surprenant que la part des pauvres ait augmenté de 0,9 point parmi les mineurs et de 0,3 point parmi les adultes, alors qu'elle a diminué de 1,2 point parmi les anciens. Cunsiderendu solu e persone in età di travaglià (18-64 anni), u risicu di miseria hè cresciutu quasi solu trà quelli chì anu un diploma di liceu ; in più, hè cresciuta solu trà i citadini stranieri, in una misura assai marcata, mentre si ferma stabile trà i citadini taliani.

In cunclusione, sicondu Brandolini, grazia à u sustegnu publicu eccezziunale, in u 2020 l'aumentu di l'ineguaglianza di i redditi di e famiglie era in generale modestu par rapportu à a dimensione di a cuntrazione ecunomica. U risicu di miseria (relativa) ùn hè ancu aumentatu sustinibilmente à u livellu naziunale, ancu s'ellu variava in diversi punti trà i gruppi socio-demografichi. A maiò parte di e variazioni anu cunfirmatu a stratificazione esistente di inuguaglianze di u redditu, chì affettanu soprattuttu famiglie cù i zitelli dipendente, i ghjovani è i citadini stranieri, cù l'eccezzioni significativa di e lacune regiunale, chì invece si movenu in a direzzione opposta.

ingressu

Per valutà cumplettamente l'effetti di a pandemia nantu à a distribuzione di u redditu, ci vole à aspittà – avvisa Brandolini – per i dati per u 2021, quandu a crescita ecunomica era robusta. Da u 2022, una volta chì a pandemia hè calata, l'attenzione serà diretta à e cunsequenze di a forte crescita di l'inflazione.


Questa hè una traduzzione automatica da a lingua italiana di un post publicatu in StartMag à l’URL https://www.startmag.it/economia/aumento-disuguaglianze-reddito-brandolini/ u Thu, 24 Nov 2022 06:45:14 +0000.